Assenzio

Login | Registrati
Hai 0 prodotti nel tuo Carrello
perchè artemisia...
Famigerato
La famigerata bevanda del XIX secolo fu una volta messa al bando nel periodo della monarchia italiana e rimane tuttora illegale in paesi come gli USA.

L’assenzio fu l’ispirazione del modo di vivere bohemienne ed era la bevanda preferita di artisti famosi come ad esempio Vincent Van Gogh, Toulouse Lautrec ed Ernest Hemingway, che dichiarò di amare l’assenzio per i suoi effetti di far cambiare le idee. Essendo una bevanda che è sempre stata rinomata per la sua potenza, i gentiluomini di cattiva reputazione al Moulin Rouge erano famosi per servirsi dell’assenzio per (come si può dire?) convincere le signore a condividere le loro idee. Il Governo francese decise di vietare questo liquore nel 1915 e molti altri paesi seguirono a ruota.
Autentico
Artemisia Absinthe contiene tutti gli ingredienti alle erbe tradizionali del XIX secolo utilizzati per produrre l’assenzio tra cui assenzio maggiore (Artemisia absinthium), anice verde, anice stellato, issopo e finocchio. La produzione comporta la macerazione delle piante durante il processo di distillazione, che non è né il modo più rapido né più economico di produrre assenzio, ma assicura che quando ve ne versate un bicchiere avrete come garanzia l’esperienza completa dell’assenzio.
Potente
Il primo assenzio disponibile in commercio comparve nel 1792, la gradazione alcolica era di 68° Vol. Questa divenne la gradazione di riferimento per gli assenzi del XIX secolo ed anche la gradazione dell’assenzio Artemisia Absinthe oggi. Lasciando da parte del tutto la gradazione alcolica, Artemisia Absinthe contiene inoltre assenzio maggiore (Artemisia absinthium) che è la pianta determinante della ricetta dell’assenzio e contiene la sostanza chimica attiva tujone.
Secondo prove recenti Artemisia Absinthe ha livelli legali di tujone paragonabili all’assenzio invecchiato. Il tujone deriva dalla pianta dell’assenzio maggiore (Artemisia absinthium) ed è una sostanza chimica ritenuta responsabile dei famosi ‘effetti collaterali’ e delle proprietà d’ispirazione dell’assenzio. Alcuni tipi di bevande di assenzio non contengono alcuna traccia di questa specifica pianta dell’assenzio, utilizzano invece altri membri della stessa famiglia come ad esempio l’artemisia o assenzio volgare (Artemisia vulgaris) o l’abrotano (Artemisia abrotanum), che non contengono l’ingrediente attivo tujone.
Artemisia Absinthe contiene inoltre le erbe anice stellato e anice verde, che sono considerate storicamente degli afrodisiaci.
Artemisia Absinthe viene distillata tre volte e preparata col metodo tradizionale di macerazione in alambicchi di rame, dove le erbe sono distillate lentamente con l’alcol, anziché seguire i metodi di produzione di massa che consistono semplicemente nell’aggiungere essenze preparate precedentemente all’alcol.
Indimenticabile
Il marchio Artemisia Absinthe è immediatamente riconoscibile per la fatina dell' Assenzio che sprigiona magia ad ogni suo battito d'ali. Se vi domandate ancora, perché una fata?, La fata Verde era il soprannome francese dell’assenzio che Rimbaud diede alla pozione verde per l'incantesimo in cui avvolge il bevitore di Assenzio. Una volta che avete visto quest’immagine straordinaria non la dimenticherete mai.